Incontri

Un esempio classico – per capire – è quello dell’inferno. Non appena giunge alle nostre orecchio il suono di questa parola immediatamente i rimandi della nostra immaginazione sono di dantesca memoria. E ci vengono in mente le fiammelle, il colore rosso, i supplizi fisici… Prima e dopo Dante infatti la Chiesa ha usato tali immagini per far comprendere ai cristiani (quindi in funzione pedagogica) una realtà teologica, e cioè la possibilità di fallire l’unica destinazione umana pensata per lui da Dio: «essere suoi figli adottivi mediante Gesù Cristo».
Il pericolo (ampiamente percorso) è stato però quello di confondere piani e linguaggi, per cui nessuno (o pochi) sentendo la parola inferno pensano alla lontananza ontologica (e non sentimentale) da Dio, ma alle fiammelle e al diavolo con forcone… E per converso – che è anche peggio – nessuno (o pochi) hanno potuto cogliere che il parlare dell’inferno è solo per far risaltare la pienezza e la bellezza della vita!
Abitualmente invece si pensa che – dato che dicono che c’è l’inferno – è meglio contenersi un po’ e rinunciare a qualcosa di intrigantemente malvagio, per un bene superiore… mis-comprendendo in questo modo il messaggio evangelico, che al contrario di noi non pensa che il male sia più bello, ma per guadagnare il paradiso è meglio farne un uso modesto… bensì che il bene, l’amore, l’umanizzazione dell’uomo è la pienezza della Vita. Il male va evitato perché fa male a noi (oltre che agli altri) e per nessun altro motivo!
[…]
Far dire perciò alla Sapienza «Prima dei secoli, fin dal principio, egli mi ha creato», indica che il mondo e ultimamente noi (l’unico mondo di cui ci interessa veramente) non è frutto del caso, né tanto meno di un genio maligno, ma di un piano sapiente, di un pensiero amante di Dio, di cui Paolo dice bene il senso: «essere santi e immacolati di fronte a lui nell’amore»! Non «essere santi e immacolati», dunque senza peccati (come li intendiamo noi), pii e aridi come spesso pensiamo i santi (che in realtà sono stati sempre uomini dalle grandi passioni!). Bensì «santi e immacolati nell’amore»! E nessuno può pensare una vita più bella di questa… Solo che noi abbiamo smesso di crederci, sull’onda delle tenebre che avvolgono il nostro cuore, delle sofferenze che devastano l’umanità, dei dolori che rendono tragico questo nostro vivere…
[…]
Ecco la Parola definitiva di Dio, tanto da essere detta «in principio», «prima dei secoli», «prima della creazione del mondo»: che l’uomo è veramente Uomo quando ama, quando guarda all’altro come a un fratello, quando se ne prende cura, quando continuamente crea spazio dentro di sé per farci stare l’altro, e poi l’altro, e poi l’altro… Tutto il resto è illusione, che non nutre, ma svuota… Il segreto è crederci… nonostante faccia paura, perché amare è sempre rendersi feribili, mangiabili, violabili. Ma il male del mondo si cura solo così: assumendo il male su di sé, senza rigettarlo sugli altri.

[fonte]

Che il male non sia bello (seppur parzialmente, ingannevolmente, disarmonicamente) lo trovo ben discutibile; unico punto nel testo. Ma, forse, è più corretto dire che ha fascino, non che è bello. Attrae, ma non dà pace. Avendo conosciuto Cristo, ho ben chiara la differenza tra il fascino che acceca ed asseta, e la pienezza pacificante dell’amore.
E voglio ancora quella pace.

Advertisements

2 thoughts on “Incontri

  1. La differenza è cosa nota, ma il guaio è che spesso ci appare esigua, di poco conto.
    E finiamo per confondere, appunto, il fascino con la bellezza.

    Per altro, a me pare che la seconda sia più tenace, ma il primo più intenso ed accattivante: la prima per attecchire ha bisogno di tempo, il secondo tende a rapire… rapidamente; mi si scusi il gioco di parole.
    E’ scontato perciò caderci con facilità.

Lascia un commento... vuoi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...