Omissis dixit res

Quanto resta nella pagina di ciò che ho scritto? Quanto nel sospeso invece, nei versi – queste sempre nuove lingue –, nel costrutto a specchio che riflette tutto in sé, su sé dall’apice di un varco imperscrutabile?
Ecco un’ansia metafisica: prender la parola – una – tolta al mondo, senza paragoni spingerla sul baratro da sola, sino a non sapere più se salva o vinta dalla sorte, metterla di fronte al suo silenzio, assoluta, abbandonarla. Aspettare con pazienza e ripronunciarla umana, più umana, e umanamente risentire la paura in lei di quel momento, di piombare nel suo buio non-significante, non più interrogata o trattenuta, anzi sfigurata nelle cose.
[parole di Federico Federici, in A. M. L.]

Perché questo mestiere non è mai una consolazione o uno svago. Non è una compagnia. Questo mestiere è un padrone, un padrone capace di frustarci a sangue, un padrone che grida e condanna. Noi dobbiamo inghiottire saliva e lagrime e stringere i denti e asciugare il sangue delle nostre ferite e servirlo. Servirlo quando lui lo chiede. Allora anche ci aiuta a stare in piedi, a tenere i piedi ben fermi sulla terra, ci aiuta a vincere la follia e il delirio, la disperazione e la febbre. Ma vuol essere lui a comandare e si rifiuta sempre di darci retta quando abbiamo bisogno di lui.
[da Le piccole virtù, di Natalia Ginzburg]

[…] Non so – dire, scrivere di più di quello che non scrivo, di quello che a fatica taccio ad afferrare o perché già più sottile, di quello che trattengo alla parola, perché mai non dia di più o di meno, in attrito col silenzio.
– « Sii cosa, vera! »
A tratti uno sguardo fa vibrare l’alfabeto, come a un primo incontro, un peso, tuffo al cuore per il salto in volo di un uccello, sopra il filo teso tra due margini invisibili di vuoto. […]

[Federico Federici, reprise]

Annunci

Lascia un commento... vuoi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...