Come navi da guerra

Le ideologie, intese non come sistemi di pensiero a tutto tondo ma come fissazioni intellettuali, sono come navi da guerra condotte da capitani con la cataratta.
Per chi le sostiene esse rappresentano il criterio ultimo con quale valutare ogni cosa, e pretendendo di formare la realtà a propria immagine e somiglianza, invece di anelare a conformarsi alla verità che essa incarna, finiscono per crollare.
Poiché agli ideologi piacciono i sofismi, il miglior modo per contrastarli è forse semplicemente opporre ai loro voli mentali qualcosa di concreto (non per nulla, l’ideologia per eccellezza – il relativismo – cerca di negare valore proprio alla concretezza). Opporre all’ideologia la concretezza.
Come accade in questa storia di Bruno Ferrero.

14790486-faro-con-il-blu-del-mare

Una nave da guerra pattugliava un settore particolarmente pericoloso del Mediterraneo. C’era tensione nell’aria. la visibilità era scarsa, con banchi di nebbia, così il capitano era rimasto sul ponte a sorvegliare le varie attività dell’equipaggio.
Poco dopo l’imbrunire, l’uomo di vedetta sul ponte annunciò: “Luce a tribordo!”.
“E’ ferma o si allontana?”, gridò il capitano.
“E’ ferma, capitano”, rispose la vedetta. Ciò significava che la nave da guerra era in pericolosa rotta di collisione.
Il capitano ordinò al segnalatore: “Segnala a quella nave: siamo in rotta di collisione, vi consiglio di correggere la rotta di 20 gradi”.
Giunse di rimando questa segnalazione: “E’ consigliabile che siate voi a correggere la rotta di 20 gradi”.
Il capitano disse: “Trasmetti: io sono un capitano, correggete la rotta di 20 gradi”.
“Io sono un marinaio di seconda classe – fu la risposta -. Fareste meglio a correggere la rotta di 20 gradi”.
Adesso il capitano era furente. “Trasmetti – abbaiò -: sono una nave da guerra: correggete la rotta di 20 gradi”.
La risposta fu semplice: “Io sono un faro”.
La nave da guerra cambiò rotta.

Annunci

2 thoughts on “Come navi da guerra

  1. Purtroppo – e sembra paradossale, ma in molti casi oramai è la “regola” – accade non di rado che la nave NON cambi rotta… e la superbia-cocciutaggine di uno (uno solo) provoca danni incalcolabili a molti…

  2. Anche, Gustavo. O più di frequente, passando dal personale al sociale, quell’uno è un corpo che raggruppa più persone, formalmente differenziate per vari aspetti ma sostanzialmente compatte rispetto ad un obiettivo da raggiungersi a prescindere.

    Buon sabato sera.

Lascia un commento... vuoi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...