Lavori (e letture) in corso

Alle due di stanotte, dopo una giornata un po’ deludente ed una serata di recupero che mi ha eccitato l’immaginazione e la voglia di fare, non riuscendo a prender sonno mi sono alzata e mi sono data ad una sessione notturna di decluttering. Lo scopo: aggiungere altri libri alla raccolta di quelli che porterò in settimana a Mercatopoli.
E in effetti sono riuscita a distrarmi ed al contempo a metterne da parte altri nove; ma non solo: fra i superstiti, lentamente in decrescita, ne distinguo ora alcuni che ben si abbinerebbero a letture consecutive, in serie tematiche, altri di autori la cui opera vorrei prendere in mano dal primo all’ultimo libro, in ordine e di seguito, sino a completarla e saziarmene, altri ancora dei quali ho intenzione di vedere la trasposizione cinematografica (per esempio: ispirata dalla Nafisi leggerò poi il Gatsby e, infine, mi vedrò Luhrmann).
Ho pescato diversi titoli del medesimo autore, sia nella narrativa sia nella saggistica, sparsi fra diversi scaffali e li ho ricollocati, ho scovato ben cinque titoli dei quali ho un doppione (magari tenuto in favore di una prefazione diversa, di un testo originale a fronte, o di altre considerazioni più materiali come formato e copertina) e selezionato ulteriori classici, must e letture d’infanzia da tenere fra i Libri Intoccabili.
Sono tornata a letto soddisfatta, mentre il tumulto parallelo suscitato da altri libri, le letture in corso, si placava.

Parlo de La via dell’artista di Julia Cameron, che ad eccezione di un particolare a me non troppo gradito (però davvero, più un dettaglio che un motivo di attrito sostanziale) mi sta aiutando – pur non avendo io ancora intrapreso il percorso vero e proprio descritto nel manuale – a fare il punto e far emergere bisogni, prospettive nuove ed opportunità.
Stanotte, tra un libro e l’altro, ho messo per iscritto una lista in divenire di piccoli lussi che mi voglio concedere, di cose che davvero mi piacciono / gratificano / sollevano.
Poi c’è Messori, con Perché credo, la cui prosa (anche in intervista) mi risulta assai piacevole ed il cui pensiero puntuale, anche se talvolta (ma solo talvolta) mi fa sbuffare, trovo nutriente.
Di Leggere Lolita a Teheran mi procurerò la mia copia, da rileggere più avanti, sottolineare e citare. E’ la gioia di percorrere pagine di storia, e storie tragiche ma pulite e mature, innestate su un inno d’amore per la letteratura, coinvolgente e non pedante. Una gioia che avevo smarrito da qualche parte, da tempo. Mea culpa.

Advertisements

8 thoughts on “Lavori (e letture) in corso

  1. Beh, senz’altro essere attiva di notte mi piace. Sono abbastanza del tipo gufo, che andrebbe a letto tardi e si alzerebbe di conseguenza tardi, in contrapposizione alle cosidette allodole. Alle quali, almeno per iniziare presto la giornata, mi piacerebbe assomigliare (spontaneamente) un po’ di più.

  2. io sono un’allodola, carissima CD, per cui se vivessimo assieme ci vedremmo spesso dormire: tu la sera vedresti me che dormo ed io il mattino vedrei te che dormi. Questo crea un grande affiatamento, giacchè chi dorme, indifeso, fa tenerezza.
    Certo, sarebbe un po’ rara la conversazione.
    Però internet aiuta.
    Del rresto è già capitato qualche volta: ho scritto una cosa alle 7 del mattino e tu hai risposto alle 24

  3. Tutto vero, molto vero.
    Non mi dispiacerebbe, sai.
    Troverei forse la colazione pronta al risveglio, e tu potresti confidare in una solerte guardiana del tuo sonno. Probabilmente riordinerei casa durante la notte (senza spostare mobili, s’intende) di modo, anche, di facilitarti il lavoro una volta alzato.

  4. per la verità russo anche, non so se faccio poi così tenerezza, carissima CD, comunque sono certo della tua paziente benevolenza…

  5. Puoi giurarci, e fino alle 10:30.
    In realtà, solo perché ho un disperato bisogno di due giorni di vuoto pneumatico e silenzio e solitudine; dopo la settimana carica di delusioni che ho avuto.
    Lunedì spero di ripartire meno stanca.

    Buon fine settimana, ragazzo.

Lascia un commento... vuoi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...