Non a caso

Non a caso, ritengo,
precise parti del corpo sono state associate alle tre persone divine nel segno, a tutti noto, della croce.

Il Padre alla fronte, perché è colui che fa sollevare lo sguardo dell’uomo da terra.
Il Figlio al cuore, quanto di più duro vi sia da recuperare nell’uomo,
perché proprio a questo scopo è venuto tra di noi.
Lo Spirito Santo alle spalle, perché chi non ha speranza non può sostenere alcun carico,
pesante o leggero.

Advertisements

3 thoughts on “Non a caso

  1. Sicuramente la croce è un segno tardivo del Cristianesimo, al più presto V o VI secolo. In effetti che Cristo sia incentrato sul simbolo del cuore è una realtà che tutti accettiamo (basti pensare al simbolo del melograno che in tanti dipinti rappresenta il Cristo). A mio avviso la croce è presente come analogia geometrica, ma il segno non ha alcuna intenzione di autocrocifissione, ma ha un forte connotato di assorbire delle forze, delle potenzialità. Vale però, come per ogni gesto del proprio corpo, anche un significato intimo, personale, tanto è che non si fa il segno della croce per farsi vedere, ma lo si fa spesso da soli, con se stessi. La bellezza della religione sta nei simboli, nell’immancabile scarto poetico rispetto ad ogni conoscenza cosiddetta razionale.

  2. Pingback: Sul segno della croce | Seme di salute

Lascia un commento... vuoi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...