libri, film; febbraio, marzo

14. La testa degli italiani – Beppe Severgnini
Citato qui.
15. I racconti della Raspadüra – AA.VV.
Documenti d’archivio trasformati dalle menti sapienti di un team di scrittori in racconti brevi, alcuni ottimi, altri godibili ed altri ancora soltanto curiosi.
La raspadüra, per i profani, è la “raschiatura”, ovvero il taglio in una nutrita serie di scaglie sottili e saporite, di Grana Padano poco stagionato: se ben fatta, sembra un velo di tulle! Se non la conoscete e passate per Lodi e dintorni, approfittatene.

raspadura

16. Vite di uomini non illustri – Giuseppe Pontiggia
17. L’isola dei naufraghi – Natsuo Kirino
I fan non saranno delusi, anche se personalmente la preferisco in versione metropolitana feroce.
Dopo molte vicende al limite dell’assurdo (o, anche, decisamente oltre) ho amato il finale; semplice ma senza sconti.
18. Guanciale d’erba – Natsume Sōseki
Piccolo capolavoro, nel quale la sostanza si riflette nella forma.
Come sempre quando un libro incarna la filosofia dell’autore in modo così diretto, mi sono trovata a reagire fortemente; non sempre positivamente. Ma ne è valsa la pena.
19. Io sono un gatto – Natsume Sōseki
Al contrario quest’altro titolo molto noto, che racconta il volgere dell’era moderna in Giappone dal punto di vista di un gatto; mi ha senz’altro fatto buona compagnia ma non entusiasmato. Nè vi ho trovato, al di là di poche affermazioni o pensieri del protagonista senza nome, un vero significato profondo – non oso dire “morale”, perché umani e felini tutti storcerebbero il naso.
20. Bernadette nel ricordo dei contemporanei – Ernest Guynot
Una serie di brevissime testimonianze tratte dalle carte dei processi di beatificazione e canonizzazione, molte delle quali estremamente interessanti e vive, nascoste dalla presentazione dimessa e dall’edizione popolare.
21. “Attirerò tutti a me”, L’Eucaristia al centro della comunità e della sua missione, lettera pastorale al clero e ai fedeli per l’anno ’82/3 – Carlo Maria Martini (Arcivescovo di Mi)

22. Perché io credo in Colui che ha fatto il mondo – Antonino Zichichi
Condivisibile in molti punti, ma troppo generico, vago e disperatamente ripetitivo. Non certo una lettura della quale servirsi per un confronto con chi sostenga l’incompatibilità tra scienza e fede.
23. La disobbedienza civile – Henry David Thoreau
24. Dei delitti e delle pene – Cesare Beccaria

25. Forrest Gump – Winston Groom
Da avere. Inizialmente ho trovato il ritmo un po’ lento, ma poi mi ci sono abituata; e ho scoperto svariate scene che dal film con Hanks (comunque splendido) sono state tagliate. Ma anche l’inverso: Forrest, nel libro, non ha mai corso attraverso l’intera America.

funny-forrest-gump-quotes
26. Saga longobarda – Lucio Panozzo
Lo stile è chiaramente adatto a dei ragazzi, ma come tutti i veri romanzi per ragazzi è perfetto anche per un adulto.
Capisci che vale quando ti accorgi di esserti affezionato ai personaggi. Ma anche quando ti segni di procurarti Paolo Diacono da leggere, oppure fai paragoni tra la storia della saga e la tua.
27. Attorno al fuoco, Racconti degli Indiani d’America – Dee Brown
Ho faticato ad approcciarli, ci provavo da tanto. Però meritano, non lasciano indifferenti.
Le tre storie di fantasmi non fanno paura, peccato: però dicono molto sui nativi.
28. L’angioletto – Georges Simenon [seconda parte]
[Un commento alla prima parte qui].
29. Cuore di tenebra – Joseph Conrad
‘nsomma. Non dubito del suo valore nella storia della letteratura, però l’ho letto e subito inserito nello scatolone dei libri da portare al negozio dell’usato. (Sento delle grida: l’Orrore!).

12. Don Camillo – Julien Duvivier
13. Ricatto d’amore – Anne Fletcher
Sarà anche una smielata, per di più con la Bullock che notoriamente non è una grande attrice (però ha un’altra dote, la semplice simpatia, e piaceva a mio papà…); in ogni caso l’ho già visto tre volte.
14. Un amore all’improvviso – Robert Schwentke
Sarebbe il caso di leggere il libro. Si segue comunque senza problemi, ma è quasi più forte l’angoscia del coinvolgimento!
15. La mia bella famiglia italiana – Olaf Kreinsen
Film per la TV, carino.
16. Oggi sposi – Luca Lucini

17. Il compagno don Camillo – Luigi Comencini
18. Romeo + Giulietta – Baz Luhrmann
Per me storico, anche se veramente allucinato.
19. L’ultimo crodino – Umberto Spinazzola
La storia di due amici con problemi economici che, per tirarsene fuori, hanno la bella pensata di trafugare la bara di Enrico Cuccia e chiedere il riscatto. Tra l’inquietudine e l’idiozia, si finisce conquistati. (La faccenda è una storia vera, googlate).

Annunci

4 thoughts on “libri, film; febbraio, marzo

  1. Sì, devi 😀 E’ un concentrato di ispirazioni diverse, un po’ trattatello di filosofia dell’arte un po’ un haiku in forma di romanzo, innestato su un pretesto tra il racconto e la leggenda. Inebriante.

    Hai letto altro di suo?

  2. sì, quello del gatto (che a me ha fatto molto ridere) e “Il signorino”, divertente ritratto di uno che si prende troppo sul serio.

  3. Allora mi segno quest’altro.
    (Intanto, oggi ho riportato i cinque libri che avevo preso in prestito in biblio, in un raptus, mentre mi avevano slegata. Purtroppo sono tornata a casa con altri dieci O.o )

Lascia un commento... vuoi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...