Sabato / 1

I discepoli del Signore erano nell’angoscia, quel Sabato. Qualcuno conservava un lumicino di speranza, qualcun altro pensava che tutto fosse ormai finito. Non si può pensare che Cristo, avendo dato la vita per il mondo, avesse fatto attendere i suoi senza una ragione precisa. C’è un grande mistero nel giorno del silenzio e dell’attesa ch’è il Sabato Santo. Ma senza dubbio c’è una lezione di attesa e di fiducia. Di attesa, perché, come scrivevo qualche mese fa, «c’è molta più gioia in certe attese, che in tanti piaceri concessi subito, a buon mercato. Nell’incanto di un bambino che aspetta il Natale, nella coda scodinzolante di un cane che aspetta il suo padrone, nel batticuore di un innamorato sulla panchina di un appuntamento, nel sorriso di una donna che attende la nascita di suo figlio, nell’attesa della prima notte di nozze di due che si amano, nell’attesa dell’incontro con Dio nell’ora della morte. I piaceri a buon mercato (tutto e subito) possono illuminare l’attimo, ma lasciano al buio il tempo.»
E di fiducia, perché credere nell’alba dopo la notte può richiedere tanto coraggio. La luce della Risurrezione può smarrirsi ai miei occhi. Ma l’amore non può essere disgiunto dalla fiducia. A volte sono con Dio come quei fidanzati gelosi che per stare tranquilli avrebbero bisogno di una sfera di cristallo che mostrasse loro ad ogni istante cosa fa o pensa l’altro. Un “ti amo se posso controllarti”. E’ un maestro esigente il Signore, ma perché ha fiducia nelle mie potenzialità. «Sii con Dio come l’uccello che sente tremare il ramo e continua a cantare, sapendo di avere le ali.» (don Bosco)

[Pierluigi Cordova, fonte]

Advertisements

Lascia un commento... vuoi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...