Occupato?!

Di recente, come sanno alcuni di voi, ci ho provato – per dirla in gergo tecnico – con un ragazzo che mi interessava. Non è che mi sia alzata una bella mattina e, da perfetta sconosciuta, gli sia saltata addosso.
Avevamo fatto quattro chiacchiere e preso un caffè. Io, insolitamente, ci sono andata davvero molto con le pinze; non al punto di non lasciar passare il messaggio, però. Eppure mi sa che non aveva colto, che non gli ho proposto di passare del tempo insieme perché ne ho da perdere in cazzeggio ma perché volevo conoscerlo – questo verbo, questo concetto desueti…
… fatto sta che arrivati al dunque, dopo un po’ di giorni, dello scambiarsi il numero di telefono è cascato dalle nuvole – più o meno – e mi ha faticosamente (mancava solo il rossore, per il resto c’eravamo) notificato il suo status sentimentale, così:

Sono occupato.

Ora, io dico. E gli dico, se mi sta a sentire.
Sono occupato/a è davvero un brutto modo di raccontarsi; circostanze specifiche a parte.
Occupate sono le sedie, occupati sono i cessi pubblici.
Le persone, a mio avviso, tendono più che altro ad essere impegnate.
O no? Forse no, in effetti. Di questi tempi, in cui si scambiano persone con oggetti, anche no.

Annunci

5 thoughts on “Occupato?!

  1. La semantica di “occupato” lascia intendere interessanti retroscena rispetto al suo concetto di relazione. Direi che la percezione è quella di un peso.
    “Sono impegnato” presuppone una certa serietà e, mi si passi l’inglesismo, “commitment”

  2. Libera: spero di no. Cioè, spero di continuare a vederlo; posto che non si riveli uno di quegli “uomini” timorosi e ansiosi. M’è parso diverso, poi chissà.

    Giuliano: eh sì. Mannaggia. Fossi una corteggiatrice seriale mi butterei nella mischia, ma sono così esigente che ciao, ti saluto!

  3. Kedarwor: quel che ho pensato io. Certo, poi le parole ed i modi di dire spesso ti s’attaccano addosso senza che tu voglia intendere ciò che loro intendono, così per caso e per abitudine.
    Ma quant’è bello, quando ci si riesce, restituire dignità alle belle parole. E di conseguenza ai concetti.

    (Benvenuto. Il primo commento rimane in moderazione di default).

Lascia un commento... vuoi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...