Il romanzo perfetto

Senza dubbio non s’accontenta di una sola caratteristica. Ma questa m’è balzata all’occhio grazie alle ultime due letture (La cena, di Herman Koch ed Il pappagallo di Flaubert, di Julian Barnes); letture ottime per motivi diversissimi.

Il romanzo perfetto è (anche) quello che si assimila subito, e subito si è pronti per leggere altro. Senza quasi doverlo decantare. Si lascia passare oltre, rimane dentro (ma non addosso, appiccicoso, incistando tutti i pensieri: persino la lista della spesa). Come farebbe un tumore: benigno, ma pur sempre tumore.

Ecco, è tutto.

Annunci

3 thoughts on “Il romanzo perfetto

  1. Ti ho beccato, hai un blog criptico, ho dovuto entrare nello spirito di una caccia al tesoro prima di trovare lo spazio e dirti (ci tenevo, non hai idea quanto!): bella, bellissima, un bacio! 🙂 [è un sorriso ammiccante]

  2. Per forza, i sorrisi ammiccanti (e un po’ sogghignanti, alla Eyes wide shut per intenderci) vanno di norma infilati qua e là, da dietro una colonna, per poi ritirarsi rapidamente.

    Smack!

Lascia un commento... vuoi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...