Patate.

Se non ti stupisci di sbucciare le patate
non le stai sbucciando.

“Solo lo stupore conosce.” [san Gregorio di Nissa]
da Preghiere Corte

Sono quasi tornata alla normalità, ora, ma dopo averti quasi persa, mi piace ci sia un “quasi” a ricordarmi dell’accaduto e tenermi vigile sui tuoi occhi vivi e reattivi.
Un calo glicemico può sembrare, e nella maggior parte dei casi è, una faccenda da poco. Ma questa volta ha rischiato di provocare una tragedia, e sbatterci entrambe su rive sconosciute.

Mi riempie ancora di meraviglia e di una gioia strabordante fermarmi ad osservarti e vedere che sei viva, mamma, che hai occhi mobili e animati anziché fissi e abbandonati.
Adesso ti vedo e ti sento, davvero.

 

Advertisements

Lascia un commento... vuoi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...