Tappa #tre:Oggetti misti

Da tempo avrei dovuto riepilogare la situazione, ma di fatto sono finita in un’empasse.
Faccio ammenda ora dicendovi che la terza parte del “programma”, anche se incompleta, mi ha condotto soddisfatta alla data che mi ero prefissa – la metà di dicembre.

Dico incompleta perché, anche se il grosso degli oggetti misti, o non categorizzabili che dir si voglia, l’ho declutterato; avrei dovuto occuparmi anche di garage e cantina.
Invece non l’ho fatto.
Ho deciso, dopo un po’ che rimandavo, di fregarmene: anche se il gioco di imitare la Kondo mi è piaciuto, non deve diventare un dovere manco stessi andando in ufficio.

Ho capito che “anche basta”: il garage è pressoché vuoto di cose mie, fatta eccezione per un ripiano dello scaffale ed uno scatolone di vecchi giochi, già una volta presi in esame e che francamente non ho in animo neppure di rivedere. Non ho la forza di rifletterci e, più che separarmene, comunicare a mia madre che me ne separo.
Sono due zone piccole, note e che non mi disturbano.
Idem per la cantina: scommetto che qualche traccia mia in giro ancora c’è, ma che il grosso è fatto non è una scusa. Il resto non mi riguarda.

Questo è: chiudo l’esperienza con la Kondo, che ringrazio e che tengo buona per il futuro; e riparto nel 2016 lavorando senza pormi scadenza alcuna su carte, documenti e organizzazione domestica / amministrativa in genere.
Avrò di che scriverne…

Advertisements

Lascia un commento... vuoi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...