Cambiare

“È meglio stare fermi o cambiare?”.
L’ho sentito spesso chiedere, il novembre scorso, durante i confronti sul referendum dai sostenitori del sì – ma una riflessione sul tema è valida sempre.
In un’aula di tribunale una siffatta domanda, che si definisce suggestiva, solleverebbe obiezione e andrebbe riformulata.
È una domanda che in termini popolari diremmo retorica, che presume e indica una sola risposta possibile, impedendo sul nascere ogni argomentazione.

Stare fermi non è inevitabilmente indice di qualcosa che non va: sta fermo chi riflette, pondera, progetta; chi recupera le forze, chi sta in bilico sul ciglio di una scarpata e vuole evitare di compiere un passo fatale, chi si sta difendendo – e non è cosa da poco: è anzi un atto materialmente e moralmente impegnativo, che non sposta il baricentro ma tutela l’equilibrio di un organismo, sia esso un corpo, una personalità, una società.
Apparenza statica, anima dinamica.

Ma che dire del cambiamento?
A prescindere dallo specifico sul quale voteremo, io molto semplicemente sono allergica alle posizioni marchiate di inevitabilità (“Non c’è altra strada”), presunta forza maggiore, necessità o destino.
Non vedo alcuna ovvietà nella scelta di cambiare.
Io cambio se ho buone motivazioni per farlo, ma posso averne di ben valide anche per rifiutarmi.

Tre leggi ho imparato a riconoscere valide in questi ultimi anni:
1. Un fatto naturale non è intrinsecamente anche positivo/buono;
2. una possibilità tecnica non è per il sol fatto di essere praticabile intrinsecamente positiva e da perseguire;
3. il cambiamento non ha una natura connotata moralmente, non è mai intrinsecamente positivo al di là di ogni considerazione contingente.
La storia dell’idea di “progresso” ha molto da dire in tal senso.

Advertisements

Lascia un commento... vuoi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...